Parliamoci Chiaro

CORSO PUBLIC SPEAKING MESTRE

 

Scopri la differenza tra parlare IN pubblico e parlare AL pubblico.

  • Gestisci la tua ansia e usala tuo favore;

  • Cattura l’attenzione del tuo pubblico;

  • Impara a coinvolgere chi ti sta ascoltando;

  • Finisci tra gli applausi.

PERCHE' FARLO

Se stai leggendo questa pagina, probabilmente è perché devi preparare un intervento davanti a un pubblico. Oppure ti è già capitato di farne uno e i risultati non ti sono sembrati per nulla soddisfacenti:

  • la voce ti tremava,
  • il cuore ti batteva forte,
  • le tue mani si muovevano a caso,
  • avevi la gola secca,
  • i presenti ti sono sembrati distratti e distanti.

 

La sola idea di doverlo rifare ti crea un senso di angoscia e repulsione!

Lo so, è capitato praticamente a tutti, anche a me. Persino chi oggi ti sembra un oratore sciolto e brillante, all’inizio ha faticato e ha avuto le tue stesse difficoltà.

Molte persone perdono occasioni importanti o rinunciano a grosse opportunità di migliorare la propria vita lavorativa o privata perché hanno paura di parlare in pubblico o non lo sanno fare in modo appropriato.

Non è sufficiente avere qualcosa da dire, l’importanza del “come” trasmetti le tue informazioni è fondamentale per fare in modo che il tuo messaggio arrivi in maniera chiara ed efficacie.

Se devi tenere un discorso davanti a un pubblico, dovresti preoccuparti, oltre che del contenuto, anche della forma, ossia di come fare a catturare l’attenzione dei tuoi uditori e di come tenere alto il loro grado di interesse. Troppi oratori danno per scontato che il loro contenuto sia sufficiente a fare arrivare a destinazione il loro messaggio.

 

CON CHI FARLO

Mi chiamo Andrea Masiero e mi occupo di teatro da vent’anni. Negli ultimi dieci, in particolare, mi sono dedicato al cabaret e al teatro di improvvisazione, nella doppia veste di attore e docente.

Questi due generi teatrali sono stati e sono tuttora un’incredibile palestra dove allenarsi e crescere per parlare in pubblico.

Se non si riesce a creare un rapporto col pubblico, anche se hai uno spettacolo buono, comunque non funzionerà, o almeno non lo farà al 100%.

Troppo spesso quando si parla davanti a un uditorio ci si dimentica che esiste anche il pubblico.

Questo accade perché si è concentrati sulle proprie paure e sui sintomi che queste manifestano. Tutto ciò, oltre a farti provare un forte senso di frustrazione, non ti consente di essere un comunicatore efficace e così ti capita di perdere importanti opportunità per migliorare la tua vita lavorativa o personale.

I primi tempi…

Il cabaret, in questo senso, è eccezionale, perché più di qualche volta mi capita di fare spettacoli in “palcoscenici non convenzionali”, tipo ristoranti, piazze, parchi, cene aziendali. Tutti contesti in cui spesso il pubblico non è lì esclusivamente per te. Anzi, diciamo pure che di te non gliene importa un fico secco!

Non puoi immaginare come mi sentivo le prime volte che facevo spettacoli in questi contesti…

Partivo di casa pieno di entusiasmo, pensando che stavo per andare a fare una cosa che adoravo. Poi arrivavo sul posto e mi rendevo conto che sarebbe stata durissima: gente che mangiava, che chiacchierava e che si faceva beatamente e giustamente gli affari propri.

Venivo assalito da mille dubbi e paure: tremolii degli arti, gola secca, tachicardia, paura del giudizio e di non farcela. Tanto che il pensiero di mollare e andarmene si faceva sempre più forte.

Ma alla fine, ogni volta, mi dicevo che ormai ero lì e dovevo farlo. Così, io iniziavo timidamente il mio intervento, senza che nessuno mi calcolasse, tranne qualche persona che ogni tanto provava distrattamente ad ascoltarmi, e la mia performance proseguiva tra l’indifferenza generale.

Finito tutto me ne tornavo mestamente a casa.

La tristezza iniziale però, dopo un po’, lasciava spazio alla rabbia.

Eh si, perché lo stesso spettacolo identico, fatto in un teatro con pubblico pagante, venuto apposta per vedermi, funzionava alla grande! Quindi non era un problema di contenuti!

 

Dopo un po’ di volte che le cose andavano in questa maniera mi sono trovato perciò a dover prendere una decisione: fare esclusivamente spettacoli in teatro o cercare di trovare un modo per rendere efficaci le performance non convenzionali.

Vuoi sapere cosa scelto di fare?

Esatto, cercare di rendere efficaci le performance non convenzionali, perché mi rendevo conto che mi sarebbe stato utile non solo artisticamente.

 

 

COME FARLO

Un po’ alla volta ho imparato che in questi casi è fondamentale riuscire a gestire lo stress dovuto dall’essere in un contesto estraneo, che ti fa sentire fuori luogo o non adatto alla situazione e a trasformarlo in energia utile a catalizzare nel più breve tempo possibile l’attenzione, facendo in modo che il pubblico non abbia più motivo di distrarsi.

Così, col tempo, ho capito in prima persona quali sono gli accorgimenti che funzionano quando si è davanti a una platea e quali, invece, quelli che ti fanno solo perdere tempo ed energia, arrivando a costruire una serie di strategie, che uso e che testo continuamente sul campo e che, progressivamente, miglioro e perfeziono.

L’insieme di queste strategie va a costituire il mio metodo di public speaking efficace “PARLIAMOCI CHIARO”.

Puoi provare a cercare nella miriade di corsi che ci sono in circolazione, nel web e fuori dal web, e vedrai che tutti, e dico tutti, ti proporranno di insegnarti a parlare IN pubblico.

IO NO!

 

Col metodo “PARLIAMOCI CHIARO” ti metto a disposizione la mia ventennale esperienza teatrale di cabarettista e improvvisatore, grazie alla quale sono arrivato alla conclusione che esiste una enorme differenza tra

parlare in pubblico e parlare AL pubblico.

 

La differenza è sottile ma sostanziale.

Accontentarsi di parlare IN pubblico è come camminare limitandosi a seguire un sentiero, ma senza sapere bene dove si sta andando. Parlare AL pubblico, invece, ti permette di scegliere la strada da seguire e ti consente di arrivare a destinazione.

Non sono il guru di turno e non voglio nemmeno esserlo, sono qualcuno che ti mette a disposizione la sua esperienza concreta, fatta di studio, fatica e tanto lavoro.

 Se sei una persona che punta a migliorarsi costantemente, a superare i propri limiti, per crescere sotto il profilo umano e professionale, io posso fornirti degli strumenti utili ed efficaci, da farti provare in prima persona e che potrai utilizzare quando sarai tu a dovere parlare AL pubblico.

Col metodo “PARLIAMOCI CHIARO” imparerai a:

 

  • Gestire lo stress di un intervento in pubblico (prima e durante);

  • Catturare l’attenzione e mantenere vivo l’interesse dell’uditorio;

  • Allenare la tua spontaneità (si, la spontaneità si può allenare!);

  • Gestire il linguaggio del corpo;

  • Gestire la tua voce;

  • Aumentare il tuo grado di ascolto;

  • Dare varietà al tuo intervento;

  • Improvvisare ed essere flessibile.

 

 

Già molte altre persone hanno partecipato ai miei corsi, leggi qui sotto:

COSA DICE CHI L'HA GIA' FATTO

Mi è piaciuto molto il corso e penso sia stato organizzato molto bene, specialmente perché era molto interattivo e pratico. Di solito questi corsi sono molto parlati e c’è poca azione, invece i numerosi esercizi mi hanno fatto piacere ed erano sempre molto interessanti. Mi sono piaciute molto le tecniche sulla gestione dell’ansia, sulla struttura di un discorso e i metodi per renderlo più interessante. Poi era evidente anche l’esperienza dietro e il reale uso di questi contenuti.

Filippo Depretto - Agile mobile software development

Un corso molto chiaro, efficace e piacevole. I concetti si coglievano al primo ascolto, grazie a continui esempi da parte dell’insegnante. Ho apprezzato molto che fin da subito ci siamo alzati dalle sedie per provare a parlare agli altri. Penso che questo sia servito a coinvolgerci e stimolarci ad imparare le varie tecniche. Mi è interessato molto lo schema a 4 fasi per rendere interessante un intervento.

Piero Agostinetti - Researcher at Consorzio RFX

Andrea in aula ha una bellissima energia ed è impossibile non esserne coinvolti! Alcuni insegnamenti riguardanti la postura, la capacità di interessare l’interlocutore ed il saper esporre con diversi “stati emotivi” sono stati davvero molto interessanti.

Flavio Sgarbossa - Sales Manager Commerciale Isola spa

Credo sia stato molto utile non solo ascoltare la spiegazione delle varie tecniche-teorie ma anche mettersi in gioco e provare davanti ad un pubblico attivo e pronto a darci dei feedback reali e concreti.  Un’altra cosa che ho trovato utilissima è riuscire a gestire il momento che anticipa la performance attraverso le tecniche di respirazione.

Alessandra Canella - Studentessa universitaria

Andrea è sempre molto chiaro e preciso nell’esporre i concetti, inoltre mi sono sentito sempre coinvolto e partecipe fin dall’inizio. Mi e’ stato molto utile ‘vedermi’ con gli occhi degli altri per capire quando e come traspariva il mio imbarazzo o la mia non-naturalezza.

Marco Andriolo Stagno - CTO presso Sinestesia srl

Imparare a parlare di fronte a un pubblico è un tassello immancabile per chi vuol fare la differenza, in campo professionale ma anche nella vita privata.

 

SCOPRI LE DIFFERENZE RISPETTO AD ALTRI CORSI

 

  1. TANTA PRATICA

Solo la teoria essenziale, e poi spazio a tanti esercizi, per farti lavorare in prima persona e imparare sul campo. Niente linguaggio accademico o trucchi artificiosi. Niente esercizi inutili, della durata massima di un minuto, perché c’è poco tempo. No, avrai tutto il tempo che ti serve per provare, essere seguito e consigliato.

  1. SOLO 14 ALLIEVI AL MASSIMO

In aula troverai al massimo 14 allievi. Diversamente da altri corsi del genere, dove puoi trovare anche 50 o 100 corsisti contemporaneamente, ci saranno in aula al massimo 14 persone, per poter permettere a tutti di lavorare su elementi concreti, mettersi alla prova e migliorare in modo tangibile.

  1. APPLICAZIONE DI QUANTO APPRESO

Ti fornirò numerosi suggerimenti pratici per applicare realmente quanto appreso e non scordarlo dopo due giorni dalla fine del corso, come invece di solito accade.

  1. DIVERTIMENTO

Sono convinto che divertimento e apprendimento debbano andare a braccetto. Divertirsi mentre si studia una qualche materia è la maniera migliore per apprenderla nel modo più rapido ed efficace.

  1. GARANZIA

Soddisfatto o rimborsato al 100%. Si, hai letto bene. Entro la mattina del secondo giorno, se non sei soddisfatto della formazione che stai ricevendo puoi richiedere la restituzione del 100% della tua quota di iscrizione, senza dover dare nessuna spiegazione.

E se per caso dovessi avere un imprevisto e non puoi presentarti al corso nei giorni programmati, comunicandolo entro il giorno precedente all’inizio del corso, potrai mandare qualcun altro al posto tuo oppure tenere riservata la tua partecipazione per una data successiva dello stesso corso.

E’ tutto reale!

 

IL PROGRAMMA DEL CORSO

 

(2 giornate intensive dalle 9.00 alle 18.30):

Gestione dello stress

  • La paura di parlare in pubblico: cos’è e come superarla definitivamente
  • Accendere una condizione psico-fisica potenziante
  • Tecniche di comunicazione efficace
  • Esercitazioni pratiche

Linguaggio non verbale

  • La postura
  • Lo sguardo
  • Il linguaggio del corpo
  • La prossemica e la gestione dello spazio
  • Il look
  • Esercitazioni pratiche

Linguaggio paraverbale

  • Tono, volume, ritmo: cosa sono e come usarli al meglio
  • L’importanza delle pause
  • Esercitazioni pratiche

Il pubblico

  • Rendere partecipe l’uditorio
  • Come catturare l’attenzione
  • Come tenere alto l’interesse
  • Emozionare il pubblico
  • Persuadere con le emozioni
  • Esercitazioni pratiche

La preparazione

  • Ascolto attivo
  • Allenare spontaneità ed empatia
  • La cura dei dettagli (prima e durante una performance)
  • Allenarsi a improvvisare
  • Esercitazioni pratiche

La struttura di un discorso

  • Gli errori da evitare
  • Come iniziare e come concludere un intervento
  • Far capire e far ricordare
  • Esempi di strutture efficaci
  • Esercitazione finale

 

Alla fine del corso, inoltre, riceverai

  • Attestato di frequenza
  • Le slide dell’intero corso
  • Un manuale con il sunto degli argomenti trattati, da poter consultare ogni volta che vuoi
  • Diritto ad accedere a corsi successivi con una scontistica speciale

 

 In più in REGALO per te “C’era una volta… il public speaking”, una guida che ti insegna a progettare passo passo un intervento in pubblico sfruttando la forza dello storytelling.

 

HAI ANCORA QUALCHE DUBBIO?

Leggi qui sotto le FAQ

 

  •  Serve avere una qualche preparazione particolare per fare il corso?

No, anzi, meno esperienza hai sull’argomento, meno pregiudizi ed errori pregressi e radicati ti porti appresso. Serve solo voglia di mettersi in gioco.

  • Se ho già esperienza mi sarà utile comunque?

Certo che si. L’esperienza sicuramente conta ma, se non hai mai applicato un metodo vero e proprio, questo corso ti servirà per potenziare e affinare le tue capacità di oratore.

  • Dicevi che sei un attore, sarà mica un corso di teatro?

No, non faremo teatro, sebbene io sia convinto che quando c’è qualcuno che parla davanti a un gruppo di persone che lo ascoltano, colui che parla debba essere in qualche modo un “attore”.  In altre parole qualcuno che sa come dire quello che sta dicendo. Pertanto qualche esercizio che arriva dal teatro capiterà di farlo, ma no, non è un corso di teatro.

  • Due giorni saranno sufficienti a migliorare in modo tangibile?

Si, due giorni saranno sufficienti per fare passi da gigante. Te ne accorgerai tu stesso e i feedback dei tuoi colleghi di corso ti confermeranno la cosa.

  • Quindi mi capiterà di dover parlare davanti agli altri corsisti?

Si, ti allenerai a parlare al pubblico assieme agli altri corsisti, sottoponendoti a una certa dose di stress. Creeremo una situazione in cui ci siano persone che ti guardano, ti ascoltano, che ti mettono in tensione, anche se sarai comunque in un “ambiente protetto”. Dopotutto come diceva Sims Wyeth, insegnante di public speaking americano, “non puoi pensare di allenarti come oratore in pigiama”.

A proposito della domanda precedente, pur essendo io una persona di poche parole, mi piace essere estremamente sincero. Perciò parliamoci chiaro e permettimi di dirti che

 

QUESTO CORSO NON FA PER TE SE

–  Non sei disposto a metterti un po’ in gioco;

–  Sei alla ricerca di una soluzione magica per i tuoi problemi;

– Dopo il corso non avrai voglia di provare a sperimentare quanto appreso;

Invece

QUESTO CORSO E’ ADATTO A TE SE

– Vuoi accrescere la tua sicurezza e il tuo livello di autostima;

– Sei una persona che punta a migliorarsi costantemente;

– Credi che per ottenere dei risultati sia necessario uscire dalla propria area di comfort;

 

COME ISCRIVERSI E QUANTO COSTA

 

 

CORSO PUBLIC SPEAKING – Parliamoci chiaro
20 e 21  Gennaio 2018 – Mestre,
Centro IN Vita, Via Peppino Impastato, 28
alle 9.00 alle 18.30

Per iscriverti, manda una mail a info@parliamocichiaro.net

specificando nome, cognome, professione, città e giorni del corso che ti interessa.

Il costo di listino è di 347,00 €,
ma in realtà il costo del tuo investimento dipende da te.
Infatti, prima prenoti, maggiore è il risparmio che ottieni.

Se ti iscrivi entro il 10 gennaio 2018

paghi SOLO 247,00 € + iva

 

Al momento dell’iscrizione riceverai in REGALO “C’era una volta… il public speaking”, una guida che ti insegna a progettare passo passo un intervento in pubblico sfruttando la forza dello storytelling.

 

Ho pensato a questa soluzione per premiare chi è in grado di cogliere l’attimo e di prendere decisioni al momento giusto, assicurandogli il maggiore risparmio possibile.

Si tratta di un investimento su te stesso e sul tuo futuro. Prova a pensare per un attimo a quanto ti costerà continuare a rinviare. Cosa ti succederà la prossima volta che dovrai parlare in pubblico?

Se sei consapevole di avere un problema da risolvere, nessuno lo affronterà al posto tuo e fare finta di niente o continuare a rimandare non è la soluzione. Prendere delle decisioni è un buon modo per mantenere il controllo su se stessi e sulla propria vita.

Qualcuno diceva: “La procrastinazione è come una carta di credito: ci si diverte un sacco… finché non arriva il conto!”.

Ricordati che i posti in aula sono solo 14 e che solo se ti iscrivo entro il 10 gennaio hai diritto allo sconto, per gli altri il prezzo sarà intero.

 

COME PAGO?

Puoi effettuare il versamento tramite bonifico bancario anticipato (gli estremi ti saranno forniti in risposta alla mail che avrai scritto a info@parliamocichiaro.net , quando ti sarà confermato che il tuo posto è disponibile)

E se non ti sei iscritto entro il 10 gennaio?

Non potrai usufruire dello sconto riservato agli iscritti più veloci, ma avrai comunque la possibilità di ottenere una riduzione della quota. Come?

Se ti iscrivi assieme a un’altra persona, quindi se venite in due, avrete entrambi

uno sconto del 15% sulla quota di iscrizione.

 

ISCRIVITI ORA

manda una mail a info@parliamocichiaro.net e partecipa a

 

CORSO PUBLIC SPEAKING – Parliamoci chiaro
20 e 21  Gennaio 2018 – Mestre,
Centro IN Vita, Via Peppino Impastato, 28
alle 9.00 alle 18.30
Il costo di listino è di 347,00 €,
Se ti iscrivi entro il 10 gennaio,
paghi SOLO 247,00 € + iva

Al momento dell’iscrizione riceverai in REGALO “C’era una volta… il public speaking”, una guida che ti insegna a progettare passo passo un intervento in pubblico sfruttando la forza dello storytelling.

 

Per qualsiasi informazione scrivi pure a info@parliamocichiaro.net, o chiama il 3283838411, sarò ben felice di risponderti e di fornirti eventuali altre informazioni sul corso.

Nel frattempo, se vuoi entrare nel mondo di parliamocichiaro.net, puoi scaricare gratuitamente la miniguida “Imparare a parlare IN pubblico non serve a niente” compilando il form qui sotto.

NO SPAM. Il tuo indirizzo mail non verrà ceduto ad altri e il trattamento dati avverrà secondo la  normativa vigente sulla privacy (Dlgs 196/2003). In qualsiasi momento potrai cancellarti dalla mia newsletter.